Testata
Le novità

7 febbraio 2019 - Cedro di Gandino - Nuova vita al Cedro

Grandi alberi che si ammalano:  è un qualcosa che succede a noi come a loro.
Spesso è possibile curarli, ma ancora piu' spesso non c'è alternativa all'abbattimento.

Quest'ultimo è un qualcosa che ferisce quasi certamente le comunità dove questi sono spesso stati il simbolo di interi paesi o vallate. Il nostro rapporto con la natura negli ultimi anni ha avuto un'evoluzione tale per cui sentir parlare di smaltimento è un qualcosa che sempre più stona nel nostro vocabolario.

Con il legno abbiamo la grande fortuna che il “fine vita” dell'albero rappresenti in realtà un nuovo inizio fatto da conservazione della C02 e un'attività economica artigianale.
Le amministrazioni iniziano a credere in questi temi e sempre più spesso proposte alternative di valorizzazione del LegnoUrbano, invece del tradizionale smaltimento, trovano un terreno fertile.
Alcune amministrazioni operano nei rispettivi territori come degli apripista o e rappresentano il punto di riferimento per il marketing territoriale che con le loro iniziative definiscono nuovi standard.

Il Comune di Gandino in Val Seriana nella Bergamasca è uno di questi comuni che crede nella sua azione e sa essere innovativo grazie ad un'elevata sensibilità per i temi legati alla valorizzazione delle risorse e allo sviluppo artigiano del territorio.

Ai primi di Marzo opereremo nel Parco Giuseppe Verdi di Gandino con il supporto determinante del team della Segheria mobile del Ticino, BORATT dei fratelli Petrolo affinchè la perdita del grande gigante verde di Gandino sia soltanto un arrivederci e speriamo che in tanti si uniscano a noi, partendo da questi esempio.

https://www.youtube.com/watchv=_fYPMZf2dFE&fbclid=IwAR1tclYaRFBU3C1Wsh04yrJHu0VzRc4lrUdT57x9olD9vaPffOVupBBZtdM